Sì al mio emendamento sulla riduzione delle penali per l’estinzione anticipata dei mutui dei Comuni: una battaglia durata tre anni


Dopo la presentazione di una nutrita serie di atti – interrogazioni, interpellanze, question time e numerosi emendamenti – che sono andato affinando e circostanziando nel corso di una battaglia durata tre anni, in occasione della seduta della Commissione Bilancio di ieri sera, è stato finalmente approvato il mio emendamento al Decreto Enti locali relativo alla riduzione delle penalizzazioni per l’estinzione anticipata di mutui accesi dai Comuni.

Nello specifico, sono state stanziate le risorse per abbattere le onerose penali – a dir poco spropositate – applicate alle Amministrazioni comunali in caso di estinzione anticipata dei mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti.

In particolare, questo nuovo fondo avrà una dotazione, per l’anno 2016, di 14 mln di euro che sarà poi incrementata di circa ulteriori 15 mln di euro attraverso risorse provenienti dalla sanzioni di violazione del Patto di Stabilità. Per il 2017 e il 2018, saranno a disposizione 48 mln di euro ogni anno.

Si tratta complessivamente, quindi, di circa 130 mln di euro nel prossimo triennio che i nostri Comuni potranno ottenere semplicemente presentando un’appposita richiesta tramite il sistema web del Ministero dell’Interno.

Per chi volesse, se ne parla anche qui in un articolo del Sole 24 Ore uscito oggi.

 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *