A prova di studente: “Ciò che dobbiamo imparare a fare, lo impariamo facendo”


_MG_9879_1000px

Sabato mattina, su invito del professor Cattaneo dell’Istituto Maria Ausiliatrice di Lecco, ho avuto il piacere di incontrare due classi di studenti del Liceo ad indirizzo economico-sociale.
Nel corso dell’incontro, durato un paio d’ore e aperto da un video di saluto del Vicepresidente della Camera, Roberto Giachetti, ho voluto fare una panoramica su quelle che sono le prerogative ed i compiti del Parlamento italiano cui ho poi fatto seguire una rapida sintesi delle riforme messe in atto dal Governo.

Dal momento che ho l’onore di vivere in prima persona la realtà del Parlamento italiano, ho anche parlato ai ragazzi di “come stanno le cose” raccontandole da un punto di vista ravvicinato e spiegando loro in cosa consiste concretamente il lavoro del parlamentare. Non ho naturalmente mancato di sottolineare quelle che sono le mancanze del nostro sistema politico e i difetti su cui ancora dobbiamo lavorare.

Prima di lasciare spazio alle domande degli studenti, ho quindi chiuso il mio intervento raccontando un po’ di curiosità relative al Parlamento, alla sua storia ed al suo funzionamento: delle “chicche, diciamo così, che molto difficilmente si possono trovare nei libri di testo.

Mi auguro – e mi adopererò in tal senso – affinché questo sia solo il primo di una serie di incontri con gli studenti della nostra Provincia attraverso i quali poter dar loro un’idea diretta – e quindi estremamente concreta – di quelle che sono le Istituzioni repubblicane e di come funzionano, cercando inoltre di trasmettere ai nostri ragazzi l’importanza che ha l’impegno diretto – a tutti i livelli – nella vita politica di un Paese perché, come diceva Aristotele “ciò che dobbiamo imparare a fare, lo impariamo facendo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *