Industria e ricerca: nuove prospettive europee


Lecco, 16 maggio 2014

Industria e ricerca: nuove prospettive europee

Una tavola rotonda con il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle politiche europee, Sandro Gozi

 

Banner Convegno Industria e ricerca_1000px

Venerdì 16 maggio, presso la Sala Conferenze di Confindustria Lecco, si è tenuta una conferenza dal titolo “Industria e ricerca. Nuove prospettive europee” organizzata in collaborazione con Confindustria Lecco, Camera di Commercio Lecco e UniverLecco.
L’incontro ha visto la presenza di Sandro Gozi, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle politiche europee.

 

Sandro Gozi_1_1000px

 

Nei mesi a venire sono diverse le sfide che ci attendono: dal prossimo semestre di Presidenza italiana del Consiglio – che cade inoltre in concomitanza con il rinnovo delle principali istituzioni europee – alle nuove opportunità che le nostre imprese avranno modo di cogliere per innovare e crescere, contestualmente alla programmazione dei fondi strutturali volta a finanziare investimenti che incrementino la competitività delle imprese.

Gozi_2_1000px

In un contesto così ricco di avvenimenti e di opportunità è fondamentale lavorare per recuperare la fiducia nel processo di integrazione,  rafforzare  la consapevolezza dei vantaggi che l’appartenenza all’Unione europea comporta per imprese e cittadini, confrontarsi sulle proposte da formulare e sulle scelte da compiere.

La tavola rotonda, strutturata in due parti, una prima dal titolo “Europa: un semestre strategico” e una seconda su “Il modello lecchese: ricerca e impresa nell’Europa della crescita” ha visto alternarsi anche diverse figure di rilievo del mondo della ricerca e delle imprese del nostro territorio.

 

Gozi_3_cut_1000px

Il Sottosegretario Gozi ha affrontato diversi temi quali la questione del costo dell’energia e lo sviluppo di un vero mercato comune dell’energia, la necessità di un approccio flessibile che favorisca interventi di economia reale, l’apertura dei mercati e lo stato attuale dei negoziati economici Italia – USA.
In chiusura del suo intervento si è poi soffermato sulla tematica del pareggio di bilancio – da attuare sfruttando le regole esistenti al fine di aumentare i margini di manovra – e sul tema fondamentale della necessità di introdurre il criterio del merito anche nella questione dell’utilizzo dei fondi europei.

La prima parte dell’incontro si è quindi conclusa con gli interventi di Giovanni Maggi, Presidente di Confindustria Lecco, Vico Valassi, Presidente della Camera di Commercio Lecco e di UniverLecco, e di Gianfranco Dell’Alba, Direttore della Delegazione Confindustria presso l’Unione europea. Il dibattito è stato coordinato da Luca Orlando, inviato de “Il Sole 24 Ore”.

La seconda parte ha visto i contributi di Marco Bocciolone, Prorettore del Polo Territoriale di Lecco, Giovanni Pareschi, Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Brera e di Tullio Tolio, Direttore dell’Istituto ITIA – CNR.
Sul palco hanno poi preso la parola anche diversi esponenti delle mondo delle imprese lecchese. La discussione è stata coordinata da Cristina De Capitani di UniverLecco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *